Un caffè con Mogol a Catanzaro: "Lo spettacolo di Gianmarco Carroccia sarà travolgente" (VIDEO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Un caffè con Mogol a Catanzaro: "Lo spettacolo di Gianmarco Carroccia sarà travolgente" (VIDEO)
Mogol e Tonia Santacroce
  16 ottobre 2019 17:21

di TERESA ALOI

Ha legato il suo nome alle canzoni  di Lucio Battisti, sebbene il suo contributo alla musica leggera italiana sia di respiro più largo, fin dai primissimi anni sessanta. Canzoni eterne, senza tempo, che hanno firmato la colonna sonora di  generazioni intere.

Banner

Mogol, al secolo  Giulio Rapetti , è al Politeama. Accompagnato dal direttore artistico del Festival d'autunno, Antonietta Santacroce, è in città  in vista dell'appuntamento del prossimo 8 novembre. Un viaggio intimo e confidenziale in cui il paroliere più famoso d’Italia svela al pubblico tanti aneddoti e curiosità della sua vita artistica ma anche la genesi e la storia di canzoni intramontabili come “Mi ritorni in mente”, “La Collina dei Ciliegi” , “Anima Latina”, eseguite dal vivo dall'orchestra e interpretate dal bravissimo Gianmarco Carroccia, cantante dalla voce molto simile a quella del cantautore di Poggio Bustone, che da anni si dedica allo studio di questo repertorio dandone una “interpretazione perfetta".  

Banner

Banner

"Un ragazzo che coinvolge il pubblico, che travolge, che fa  migliaia e migliaia di persone dovunque va", spiega riferendosi a Carroccia.  E svela la possibilità di una seconda data dello spettacolo inserito nel cartellone del Festival. Poche battute. Disponibile come solo sa essere un grande artista. Non si nega neppure ad un selfie al tavolo di un bar . E neppure a qualche domanda. Sorride, e il suo sguardo ti riporta indietro negli anni. E ti conquista. Come non mai. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner