Una nuova terapia salvavita a Reggio Calabria, grazie all'accreditamento del "Grande ospedale metropolitano"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Una nuova terapia salvavita a Reggio Calabria, grazie all'accreditamento del "Grande ospedale metropolitano"
Giuseppe Auddino (M5S)
  25 ottobre 2019 16:59

"Ho lavorato molto in questi mesi, insieme al commissario Cotticelli, per garantire anche ai calabresi l'accesso a queste nuove terapie salvavita e registro con molto piacere che il Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria ha ottenuto l'accreditamento per erogare la
terapia con Car-T secondo i criteri definiti dall'AIFA e si appresta, a breve, ad erogare la prima terapia".

Lo afferma, in una nota, il senatore Giuseppe Auddino, del Movimento 5 stelle    "Portare risultati nella sanità calabrese - aggiunge - è fondamentale in questo momento storico, per cui l'individuazione del Centro trapianti Midollo Osseo del Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria quale Centro di riferimento regionale per l'erogazione della terapia con Car-T, secondo i criteri definiti dall'Aifa, non può che essere un'ottima notizia. A me interessano i risultati, per cui continuerò a lavorare per portarne di tangibili nell'esclusivo interesse dei cittadini. Il mancato accreditamento del centro di Reggio Calabria, che presenta da tempo i requisiti previsti, avrebbe obbligato i pazienti calabresi eleggibili per la terapia con Car-T cells a farsi curare fuori regione, con costi enormi per i gli stessi pazienti e le loro famiglie sia dal punto di vista economico (i pazienti in trattamento con Car-T cells devono risiedere entro 150 chilometri dal centro che li ha in cura per molti mesi) che umano, trovandosi costretti ad essere sradicati dal proprio ambiente naturale e obbligati a vivere in città lontane dal proprio comune di residenza per sottoporsi alla terapia. Ciò sarebbe stato inaccettabile. Ai cittadini calabresi dovrà essere garantito il diritto a curarsi dove risiedono e potere aspirare a guarire 'con il mare intorno'. Su questo solco continuerò a praticare la mia azione politica al fine di migliorare il Servizio sanitario regionale, tutelando il diritto alla cura dei mie concittadini". 

Banner

"Ai cittadini calabresi - dice ancora Auddino - dovrà essere garantito sempre più, in futuro, il diritto a curarsi dove vivono. Il trattamento fuori regione dei pazienti calabresi pazienti aggraverebbe ancora di più, il deficit per mobilità passiva lasciando alla Calabria il triste primato della migrazione sanitaria. Il Centro trapianti di midollo osseo dell'ospedale 'Bianchi-Melacrino-Morelli' di Reggio Calabria è pronto a trattare i pazienti con le Car-T Cell, per cui a breve verrà erogata la terapia con Car-T ai cittadini bisognosi di queste cure salvavita". 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner