Il Consiglio comunale di Catanzaro pronto a prorogare il contratto della Catanzaro Servizi "stroncato" dal Mef

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il Consiglio comunale di Catanzaro pronto a prorogare il contratto della Catanzaro Servizi "stroncato" dal Mef
Consiglio comunale (foto archivio)
  01 aprile 2020 12:16

di GABRIELE RUBINO

Sarà un Consiglio comunale blindato. Porte chiuse, aula (quella della Provincia di Catanzaro) aperta solo agli eletti e a pochi funzionari. In tempi di normalità, la seduta di oggi sarebbe stata di fuoco. L'assemblea, per salvare i livelli occupazionali della Catanzaro Servizi, la partecipata comunale, voterà la proroga fino a settembre prossimo del contratto di servizio del 2015. 

Banner

Lo stesso contratto pesantemente "stroncato" dalla relazione del Mef, che La Nuova Calabria ha rivelato in anteprima. Sui 16 rilievi complessivamente mossi dal dirigente che ha effettuato l'ispezione la scorsa estate, Cesare Carassai, il secondo parla chiaro: "Criticità del Contratto di servizio vigente, Rep. n. 63 del 5.5.2015 e del relativo atto aggiuntivo Rep. n. 51 del 5.4.2016 in esecuzione delle Delibere di Consiglio Comunale n. 218 del 30.12.2014 e n. 7 del 22.1.2016:
a) indeterminatezza qualitativa e quantitativa delle attività oggetto dei servizi di supporto ed "in gestione diretta" che si risolve nel mero impiego del personale della partecipata presso gli uffici del comune;
b) riconduzione tra i servizi a supporto affidati con Contratto rep. 63/2015 anche dei servizi "in gestione diretta" in precedenza oggetto di singoli affidamenti alla Società, in assenza di una valutazione di congruità subordinata allo svolgimento di manifestazioni di interesse non preventivamente avviate;
c) mancanza di un'adeguata programmazione e valutazione di congruità del corrispettivo per i servizi affidati non rinvenibile nelle Delibere che approvano sia il piano industriale triennale che il budget annuale;
d) conseguente impossibilità di valutare qualitativamente e quantitativamente le prestazioni rese dalla Società, sostanzialmente riconducibili al mero impiego di personale assunto dalla Società da
parte dell'ente controllante".

Banner

LEGGI QUI la prima parte della relazione del MEF

Banner

LEGGI QUI la seconda parte 

LEGGI QUI la terza 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner